sabato 3 novembre 2012

Premio Dardos e Zuppa di baccala' povera, toscana

Inizio subito col ringraziare Squisito per il premio che mi ha donato, il premio Dardos!

 Questo premio e' nato dall'idea di uno scrittore spagnolo, Alberto Zambade, il quale nel 2008 concesse nel suo blog Leyendas "El Pequeño Dardo " il seguente premio ai primi quindici blog selezionati da lui e da quel momento il premio iniziò a circolare su internet. 
Secondo il suo creatore, questo premio vuole " riconoscere il valore di ogni blogger, per il suo impegno nella trasmissione di valori culturali, etici, letterari e personali".
Ricevendo questo premio posso solo dire: Wow, ma come faccio a meritarmelo? mi dovro' impegnare molto e non sara' facile, maledetto tempo!!!

I blog scelti per questo premio sono:


Ora passo alla ricettina del giorno!
La zuppa di baccala'...



Un paio di settimane fa ho scovato in una libreria, un libro di ricette della tradizione povera della mia provincia, mi e' subito piaciuto, perche' e' fatto molto bene e ci sto trovande tante vecchie ricette che sanno di antico e portano ricordi lontani.
Per questa zuppa, vi diro' le dosi scritte nel libro, anche se io ho fatto tutto a occhio e non ho pesato nulla.
E' venuto un piatto unico caldo e saporito, senza aver speso molto, considerando che le verdure sono dell'orto e il baccala' l'ho preso in offerta, era quello con le lische.

Per 4 persone:
250 gr di baccala' salato o 400 gr ammollato
1 cipolla
1,5 l di brodo vegetale
350 gr di pomodori
1 patata
aglio
1 carota
1 costola di sedano
prezzemolo
pane toscano raffermo (o tostato)

Mondate il baccala', ben dissalato, facendolo a pezzetti. Fate un battuto con gli odori e metteteli a soffriggere in una casseruola con 6 cucchiai d'olio.
Quando la cipolla sara' diventata trasparente aggiungete il baccala' e fatelo insaporire, senza rimestare troppo per non sfarlo, poi unitei pomodori mondati e tagliati a pezzi. fateli salasare per 10 minuti e infine aggiungete il brodo bollente e la patata tagliata a cubetti. Una volta ripreso il bollore abbassate il fuoco, coprite a meta' e cuocete cosi', fino a che le patate non saranno tenere.
Verso la fine aggiustate di sale e di pepe e verate nelle scodelle sopra alcune fettini sottili di pane toscano ben raffermo, eventualmente strofinate con aglio.
Spolverate con prezzemolo tritato.


Buon appetito!




14 commenti:

  1. Come prima cosa complimenti per il premio Bea!!! E seconda cosa...complimenti per questa zuppa, veramente eccezionale!!:)
    Un bacione e buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie simo!!!buona domenica a te!

      Elimina
  2. Sai che mi attira tanto? Non ho mai provato il baccalà.. quando lo preparava mio nonno materno ero troppo piccina.. e poi lui è venuto a mancare.. la proverei volentieri la tua ricettina! Complimenti di cuore sia per il premio che per questa zuppetta squisita :)

    RispondiElimina
  3. il premio te lo sei meritato tutto...la conferma è questa splendida ricetta che oggi ci hai regalato!
    bravissima cara!
    bacio

    RispondiElimina
  4. Che bella questa ricettina! Non ho mai utilizzato il baccalà in una zuppa :) Devo provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provalo e' veramente buono! fammi sapere!

      Elimina
  5. Questa ricetta mi incuriosisce molto e di te...mi fido ! ciao buona domenica

    RispondiElimina
  6. Adoro il baccalà e la tua ricetta è semplice e molto invitante!!!
    Me la salvo e la provo!!!
    Un bacione e buon inizio settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  7. Ciao cara Bea, scusa il ritardo! Innanzi tutto compliementi per il premio e grazie per .. avermi premiata, ma ti faccio la stessa domanda, come ho fatto a meritarmelo? Sei un vero tesoro. Questa ricetta è delizosa, anche io adoro girare in libreria, trovare librini poco noti e mettermi subito al lavoro! Baci e a presto.

    RispondiElimina