domenica 19 agosto 2012

Pane di semola di grano duro, profumo irresistibile!

Ciao a tutte!
Scusate la lunga assenza, ma ad agosto ha le ferie il maritino, per cui ne approfittiamo per poter fare tutto cio' che rimane indietro durante l'anno e in piu' ci riposiamo!
Qualche giorno fa ho preparato questo pane di semola di grano duro, una farina che non avevo praticamente mai usato.
E' venuto un pane morbido e dalla consistenza perfetta, il profumo era invitante e il sapore era simile al pane pugliese, veniva voglia di far sempre scarpetta!

Si e' conservato bene per qualche giorno, io ho esagerato un po' con le dosi, perche' siamo soltanto in due a mangiarlo, topinolino ancora non ha neanche un dentino!
La ricetta l'ho presa da questo sito, ho sbagliato un passaggio, ma non ha alterato il risultato.
Riporto la ricetta come dal sito originale, tra parentesi scrivo come ho fatto io.
600 gr farina di semola di grano duro
mezzo cubetto di lievito di birra (mezza bustina di lievito secco)
400 gr di acqua
15 gr di sale
Sciogliere il lievito in un paio di cucchiai di acqua e impastarlo con la farina. Lasciare riposare una mezz'oretta, finchè non sia ben gonfio.( Lui intende impastarlo con un poca di farina, io l'ho impastato con tutta la dose di farina).Sistemare la farina sulla spianatoia, dandole la classica forma della "fontana" e rovesciarvi in mezzo il lievito. (Questo passaggio ovviamente non l'ho potuto fare, l'ho semplicemente messa a fontana).Aggiungere gradatamente l'acqua e cominciare a impastare. Aggiungere il sale solo dopo avere bene amalgamato il lievito, e continuare a impastare per circa mezz'ora. Preparare poi la pasta per la lievitazione formandola a palla e praticando in superficie un taglio in croce che favorisce la lievitazione.
Lasciare lievitare circa tre ore, fino a quando l'impasto non sia ALMENO triplicato di volume.Passato questo tempo, schiacciare la pasta senza impastarla. Dare forma alla pagnotta stendendola, con le mani, ad uno spessore di tre-quattro centimetri, in modo da darle la forma di un rettangolo, e arrotolandola poi su se stessa. Sistemarla sulla leccarda coperta di carta forno spolverizzata di farina e, con un coltello bene affilato, fare tre-quattro tagli obbliqui sulla superficie, spolverizzare abbondantemente di farina e lasciare riposare sulla leccarda ricoperta da carta forno ben spolverizzata di farina ancora trenta minuti.(Io no ho spolverizzato di farina ed e' venuto bene lo stesso).Infornare a 220 gr per 30-40 minuti e far raffeddare la pagnotta avvolgendale in un paio di canovacci di cotone.


6 commenti:

  1. Ma quanto e' buono il profumo del pane caldo che invade la cucina! Bravissima!
    Baci e a presto
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il profumo e' sempre il primo sapore del cibo!

      Elimina
  2. Ciao Bea! Piacere di conoscerti!!! Quante belle ricettine sul tuo blog...ti seguo con piacere!
    Immagino la bontà di questo pane e il suo profumo!
    Un bacione
    Simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie simona! Mi fa piacere averti tra i miei lettori...
      a presto :)))

      Elimina
  3. Ciao Bea, vedo che anche tu sei un'appassionata di pane...anch'io cerco di sperimentarne il più possibile!!
    Ti seguo!! :D

    RispondiElimina
  4. Ciao Ale! Grazie per esserti aggiunta ai miei lettori!
    A presto
    baci bea

    RispondiElimina